Google e la trasparenza

Nell’ottavo e più recente Rapporto di Trasparenza (Transparency Report), pubblicato per tenere informati utenti e osservatori sulle richieste di rimozione di contenuti che riceve da parte delle autorità nazionali, Google mette in luce come le richieste di notice and take downsiano aumentate: segno di un controllo sempre maggiore dei Governi sulla Rete.

Secondo i dati ora divulgati, tra gennaio e giugno 2013 Google ha ricevuto 3.846 richieste per la rimozione di 24.737 contenuti: una crescita addirittura del 68 per cento rispetto alla seconda metà del 2012. Tra queste, la gran parte riguarda presunte violazioni di diritto d’autore, le altre principalmente diffamazione. In 93 casi, per esempio, si tratta di contenuti che criticano personale degli uffici pubblici.

Come sottolinea Google, nel corso degli ultimi 4 anni uno dei trend più pericolosi è quello che vede i governi chiedere la rimozione di contenuti con connotazioni politiche: “Giudici che chiedono la rimozione di informazioni critiche per loro, dipartimenti di polizia che vogliono oscurati video o blog che mettono in cattiva luce il loro operato e le amministrazioni locali che vogliono tenere nascosto il loro processo decisionale”.

Fonte: punto-informatico.it

Post Correlati

Leave a comment

uno × tre =