Come avere un sito web di successo

L’importanza del posizionamento… ma non senza un back-end solido

Spesso e volentieri si crede che affidarsi ad agenzie per far posizionare il proprio sito web sui motori di ricerca sia un’operazione omni comprensiva per risolvere i problemi di indicizzazione sui motori di ricerca.
In linea di massima questo risulta vero ma si devono considerare alcuni aspetti fondamentali che l’utente finale, chi commissiona il sito web, di norma non è in grado di comprendere e valutare dandogli il giusto peso:

  1. Tecnologia che fa “muovere” il sito web (Asp.NET, PHP, Asp, ecc.)
  2. Progettazione del sito stesso pensandolo fin dal principio in maniera tale che sia più semplice il suo posizionamento
  3. Individuare una ditta seria che non millanti risultati stellari ma che sia obbiettiva e conscia delle difficoltà nel posizionare un sito con budget che rientrino nelle possibilità effettive del cliente

 

Per questi motivi un sito web di successo è l’insieme di sinergie che vengono messe a disposizione per creare il prodotto che fa per noi. Possiamo dire che nell’ambito web le soluzioni si muovono su due strade ben precise: la prima, che preferisco, è il sito ad hoc cioè un sito che sia creato da zero attorno alle reali esigenze del cliente, la seconda è proporre al cliente un sito web che si basi su piattaforme già collaudate con CMS quali Drupal, WordPress o simili.
La differenza importante tra la prima e la seconda è per l’appunto il prodotto confezionato su misura e quello in cui si tende a farlo diventare tale. Diciamo che per un sito vetrina con contenuti dinamici, articoli tecnici inseribili dall’utente e agganciato ai social senza grosse pretese e velleità di grafica può essere una scelta ideale nonché una proposta commerciale equa.
Per chi ha bisogno di un sito particolarmente configurabile, in cui le esigenze si sviluppano soprattutto dalla possibilità di customizzazione, il sito ad hoc è ideale e più flessibile e funzionale. Vediamo in dettaglio come scegliere un sito.

La grafica di un sito web: a volte un punto di forza, a volte un vero incubo

Quante volte in giro per la rete navigando ci siamo imbattuti in siti graficamente bellissimi? E in questi siti web quante volte abbiamo riscontrato una carenza cronica di contenuti o una lentezza di caricamento a dir poco imbarazzante?
Ebbene si, la grafica è un elemento base per un sito web che può invogliare a visitarlo da cima a fondo, ma può essere anche un punto debole quando ostacoli la navigabilità e talvolta il passaggio del messaggio di fondo che uno strumento di lavoro per un’azienda dovrebbe rappresentare.
Per quanto mi riguarda credo che il layout grafico dev’essere un buon bilanciamento tra grafica e contenuti; di norma si cerca sempre di eccedere sulla prima e di nascondere o tralasciare la seconda. La filosofia del web 2.0 tende invece a semplificare la grafica, alleggerendola e utilizzandola per esaltare contenuti e messaggi multimediali che rendano l’esperienza del navigatore più semplice e piacevole possibile. Quindi a mio avviso grafica si, eccedere no. Inoltre andando anche ad analizzare da un punto di vista tecnico questo problema potremmo tranquillamente dire che più grafica c’è più immagini sono da caricare penalizzando la velocità di servire la pagina all’utente e non solo: anche i motori di ricerca nel posizionare il sito nella loro SERP premiano i siti veloci, puliti e non ridondanti di contenuti superflui.

Quello che non si vede è anche quello che è più importante

Un sito web è qualcosa di complesso e quello che arriva a noi mentre navighiamo è il 10% del lavoro che lo fa funzionare. La parte di backend appunto è essenziale per lo sviluppo e il successo di un sito.
La velocità nel servire pagine, la solidità nel fornire dati collegati a Database è un’aspetto fondamentale per un sito di successo. Ci sono varie tecnologie che ci permettono la creazione di un sito web e sono tutte valide. La differenza risiede nell’esperienza di chi lo fa, dal taglio che vuole dargli a livello di programmazione e dalle conoscenze di programmazione che ha. Per questo è sempre meglio appoggiarsi a web agency che siano sempre aggiornate, al top, giovani e che abbiano voglia di mettersi in gioco.
Un sito di successo deve tenere presente alcuni aspetti fondamentali che sono comunque imprescindibili:

  • Solidità del codice sorgente
  • Implementazione dei principali strumenti di marketing quali news, newsletter e social network
  • Possibilità di modificare da parte dell’utente i contenuti statici quali pagine e menù
  • Possibilità di gestire la parte SEO per il posizionamento direttamente dall’interfaccia utente (CMS)
  • Scalabilità del prodotto per modifiche, anche sostanziali, future

Non sempre un prodotto riunisce in se tutte queste caratteristiche, ma se vogliamo uno strumento che possa aiutarci ad ampliare il nostro business dobbiamo sempre prendere in considerazione questo aspetto.

Posizionare un sito: sembra semplice ma non lo è

Diciamo che la scienza del posizionamento sui motori di ricerca di un sito web non è una scienza esatta, basti pensare agli algoritmi di ricerca che utilizza Google: nessuno sa come funzionino e tutto sommato questo è un bene altrimenti non avrebbero quella genuinità che possiamo riscontrare.
Posizionare un sito è un esperienza spesso frustrante, ma che da grosse soddisfazioni a chi la fa e al cliente. Io credo che se vogliamo un sito al top quest’aspetto è imprescindibile dalla scelta di progettazione del sito stesso. Utilizzare url friendly per i motori di ricerca, flussi rss e una progettazione del frontend (quello che vediamo) a livello di codice html pulita è essenziale per aiutare il posizionamento.
Una ditta seria oltre che curare l’aspetto puramente legato alle parole chiave di ricerca deve anche poter presentare al cliente una strategia di backlinking, fornire un supporto di writing e copywrite solido e affidabile, diffusione dei contenuti del sito sui blog del settore e non solo.
Quindi per riassumere un argomento vastissimo, il posizionamento è indispensabile per la buona riuscita di un sito web ma dev’essere affidato a chi è veramente in grado di aumentare il ranking del sito e non solo a parole ma con fatti ben precisi.

Social network: gioia e dolori

Ci sono un’infinità di social network: quali faranno al caso nostro?
Di sicuro i principali vanno bene per ogni esigenza e sto riferendomi a Facebook, Twitter e Google+. Poi in base alle esigenze possiamo anche inserire Flickr, Pinterest, Instagram, Delicius e chi più ne ha più ne metta.
Ma ora che abbiamo 5/8 account sociali come fare per gestirli tutti al meglio? Qui scatta la competenza del webmaster che cerca di riuscire con un’unica operazione a far aggiornare anche i social. Questo aspetto non è essenziale per la buona riuscita di un sito web ma sicuramente semplifica la vita del cliente e rende l’esperienza del navigatore più completa intrecciandosi tra l’altro con il posizionamento del sito stesso diffondendo in rete i link del sito web e i suoi contenuti in maniera virale.

Ho un sito, è fantastico: dove lo metto?

Lo spazio web su cui risiede il sito è l’ultimo aspetto che andremo a trattare ed è anche questo importante. Avere il sito su di un hosting valido e veloce aiuterà a servire i suoi contenuti agli utenti ed in linea generale renderà l’esperienza di navigazione più comoda e veloce.
Appoggiarsi ad un hosting che vi assicuri un servizio solido e customizzabile aiuterà il vostro sito ad essere sempre al top e indicizzato in maniera più congrua e con risultati sicuramente migliori.

Post Correlati

Leave a comment

undici − sette =